Irvin Yalom

Irvin Yalom

Lo psicoterapeuta scrittore

Un maestro della relazione d’aiuto che parla del “dono della terapia”

Irvin Yalom

David Irvin Yalom è uno psichiatra e psicoterapeuta statunitense, autore di narrativa e saggistica.

Nato a Washington nel 1931, si è laureato in medicina e specializzato in psichiatria, avviando la carriera accademica presso la Stanford University e il lavoro come terapeuta, che continua a praticare ancora oggi, a Palo Alto e San Francisco, secondo un proprio modello da lui definito di “psicoterapia esistenziale”. Ritenuto una delle figure più carismatiche nel mondo della psicoterapia, Yalom si è interessato in particolare a temi esistenziali come la vita e la morte, l’amore e le relazioni umane, diventando uno dei primi psichiatri a utilizzare la terapia di gruppo, con l’obiettivo di far sentire al singolo l’appartenza a un insieme più grande, in grado di dargli maggiore sicurezza e comprensione.

Oggi Yalom ha quattro figli e cinque nipoti e vive con la moglie Marilyn, anch’essa scrittrice, con la quale è sposato da oltre cinquant’anni.

Oltre a diversi saggi, tra i quali il bellissimo Il dono della terapia, pubblicato in italiano nel 2014 da Neri Pozza, e un notissimo manuale su Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo in collaborazione con Molyn Leszc (Bollati Boringhieri 2009), Irvin Yalom ha scritto ben tre romanzi di grandissimo successo: Le lacrime di Nietzsche, La cura Schopenhauer e Il problema Spinoza (tutti editi da Neri Pozza), in cui riesce a coniugare filosofia e storia, psicologia e narrativa, coinvolgendo il lettore sia sul piano intellettuale sia, ancor più, su quello emozionale.

yalom's cureLa sua figura è al centro del documentario Yalom’s Cure della regista Sabine Gisiger, presentato al Festival di Locarno nell’agosto 2014. Yalom si racconta tra ricordi in prima persona e materiali d’archivio: dall’infanzia in una famiglia ebrea povera alla passione per lo studio, passando per lutti e vicende familiari che portano in campo anche moglie e figli, il documentario illustra il processo di trasformazione nella vita di un uomo che, attraverso la terapia e il dialogo, ha a sua volta trasformato la vita di molte persone.

Nell’autunno 2017 è uscito Becoming Myself. A Psychiatrist’s Memoir, in cui Yalom raconta la propria vita andando a ritroso nel tempo via via che, nel presente, racconta di sé e dei propri vissuti all’età di 85 anni, affrontando in modo ancora più intimista e profondo il tema, a lui caro, della morte. Assolutamente da leggere: è uscito nel 2018 in italiano con il titolo Diventare se stessi.

Altre opere di Irvin Yalom in italiano:

  • Sul lettino di Freud (Lying on the Couch, 1996), Neri Pozza 2015
  • Il senso della vita (Momma and the meaning of life, 1999) Neri Pozza 2016
  • Creature di un giorno (Creatures of a Day – And Other Tales of Psychotherapy, 2015) Neri Pozza 2015
  • Guarire d’amore. Storie di psicoterapia (Love’s Executioner and Other Tales of Psychotherapy, 1989, Raffaello Cortina 2015
  • Fissando il sole (Staring at the Sun: Overcoming the Terror of Death, 2008), Neri Pozza 2017
  • Diventare se stessi (Becoming Myself. A Psychiatrist’s Memoir), Neri Pozza 2018

Altre pubblicazioni non (ancora) tradotte in italiano:
Every Day Gets a Little Closer, 1974; Existential Psychotherapy, 1980; Inpatient Group Psychotherapy, 1983; The Yalom Reader, 1998.

*****

Irvin Yalom, il cui libro Il dono della terapia è stato per me una sorta di livre de chevet, rappresenta oggi uno dei  grandi maestri e ispiratori viventi nel campo della relazione d’aiuto. Leggere i suoi libri e in particolare l’ultimo, autobiografico Becoming Myself mi ha commosso profondamente, perché mi ha dato ulteirormente la misura di una umanità complessa e sfaccettata, presentata con verità anche nelle sue debolezze e fragilità. Un grande esempio, sul piano personale e professionale. Coltivo il sogno di poterlo incontrare di persona… (A.C.)