Roberta Claren

Roberta Claren

Una “danzatrice sensibile”

Insegna a bambini e adulti il movimento consapevole per il proprio benessere

roberta_claren_danzaBN

Roberta Claren è una danzatrice sensibile e una appassionata pedagoga.
Si è formata direttamente con la grande artista e pioniera dell’AusdrucksTanz Rosalia Chladek, fino a conseguire il Diploma Superiore per l’insegnamento del Metodo Chladek®. Si è in seguito specializzata nell’insegnamento ai bambini e ha proseguito la propria evoluzione personale e professionale con una seconda formazione in Danza Sensibile® con Claude Coldy, da lui creata nel 1990 insieme agli osteopati Jean Louis e Marie Dupuy.

Da sempre Roberta Claren pratica attività subacquee e ha un brevetto 3 stelle CMAS dell’81. Assistente di Claude Coldy nei seminari in natura dedicati alla Memoria Marina, conduce seminari in piscina e insegna a bambini e adulti, trasmettendo la danza come momento di crescita personale che culmina in una consapevole espressione artistica. Realizza spettacoli e danza in performance di improvvisazione imperniate su una limpida relazione tra musica e movimento.
Nel 2002 ha fondato a Milano il centro “Terreno di danza” e nel 2008 ha dato vita alla Associazione Tididì. Oggi vive e lavora prevalentemente a Venezia.

Altre informazioni sul sito www.robertadarviniaclaren.it

*****

roberta claren

Ho conosciuto Roberta al liceo, eravamo compagne di scuola al Parini. Poi, ognuna per la sua strada, a inventarsi una vita professionale e privata fatta di viaggi nel mondo e nello spirito. Ci siamo incontrate oltre trent’anni dopo, quando grazie a FB tutti i compagni di un tempo si sono ritrovati una sera a cena a casa mia per celebrare, quasi proustianamente, il tempo passato e non solo.

Da allora, con alcuni siamo rimasti in contatto, scoprendo di avere affinità che da liceali nemmeno immaginavamo… e con Roberta il terreno comune è quello, se non della danza in senso stretto, del corpo, del movimento, della relazione.
La danza sensibile® e la bioenergetica vanno a braccetto, si confrontano, hanno molto da dirsi. E così Roberta e Ale hanno modo, nel presente, di condividere nuove esperienze… (A.C.)